Percorso Occidentale

9 Chiesa di San Lorenzo (Buttogno)

Un soleggiato terrazzamento alluvionale a monte di Santa Maria Maggiore ospita il nucleo di Buttogno, cui si giunge dopo breve tragitto in salita. Al culmine della salita, proprio alle porte del paese, si incontra la chiesa di San Lorenzo in terrazzo a prato cinto da un muro. L’edificio è preceduto da un ampio portico aperto sui lati che domina con il suo tetto in piode la facciata, priva di aperture e mossa solo dal grande disegno della croce posto nel timpano. Presso il lato settentrionale dell’edificio sorge il grande campanile in pietra a vista.

 


Le notizie sulla vita di Lorenzo, che pure in passato ha goduto di una devozione  notevole, sono scarse. Si sa che era originario della Spagna. Ancora giovane, fu mandato a Saragozza per completare gli studi umanistici e teologici; lì conobbe il futuro papa Sisto II. Tra maestro e allievo iniziò un rapporto di reciproca stima ed amicizia. Entrambi lasciarono la Spagna per trasferirsi a Roma. Quando il 30 agosto 257 Sisto fu eletto vescovo di Roma, affidò a Lorenzo l’incarico di arcidiacono, cioè di responsabile delle attività caritative nella diocesi di Roma. Al principio dell’agosto 258 l’imperatore Valeriano emanò un editto, ordinando che tutti i vescovi, presbiteri e diaconi fossero messi a morte. Sorpreso mentre celebrava l’eucaristia nelle catacombe di San Callisto, papa Sisto II fu ucciso il 6 agosto; quattro giorni dopo fu la volta di Lorenzo, che aveva 33 anni. La ricorrenza del santo ricade dunque il 10 agosto. Nelle rappresentazioni artistiche è raffigurato con la dalmatica, la veste dei diaconi, e con la graticola, strumento del suo martirio.

videoguida

 

 

Buttogno

Come arrivare:
  • in automobile statale della Valle Vigezzo, prendere le deviazioni per Buttogno a Druogno o a Santa Maria Maggiore

  • a piedi collegamenti sentieristici con Druogno e Crana

  • in bicicletta percorso ciclopedonale frazioni di Santa Maria Maggiore